fbpx

Fare rapport

Tempo di lettura: < 1 minuto

Fede spesso racconta che prima di conoscere cosa fosse il rapport e prima di comprenderne la potenza, ogni volta che si approcciava a qualcuno senza riuscire nel suo intento comunicativo, si giustificava dicendo:

“È lui a non capire; io sono oggettivamente chiara. È un problema suo, non mio!”

E scommetto che non è l’unica ad essersi comportata così, vero?

Anche io, Gabri, ho una lunga lista di convinzioni passate dove ero convinto di essere sempre (sempre sempre) dalla parte della ragione nella comunicazione.

Prima di iniziare una qualunque comunicazione con l’altro, che si tratti di nostro marito o di nostra moglie, del nostro capo o del nostro collega, dobbiamo entrare in rapport ovvero in una profonda empatia con lui/lei.

Cos’è dunque il rapport?

Rapport è mostrare comprensione verso l’altro per guadagnarci il diritto di poterlo guidare.

E come fare rapport? Ci sono diversi modi per farlo, primo fra tutti riconoscere i canali di comunicazione del nostro interlocutore e ricalcarli!

Comprendere quali parole usa quando comunica (canale verbale), quale tono di voce ha (paraverbale) e quali movimenti del corpo utilizza (non verbale).

In aggiunta ai canali di comunicazione, un altro strumento estremamente efficace sono i sistemi rappresentazionali che in BeHuman abbiamo trattato approfonditamente… e ora che i corsisti li hanno scoperti, ci hanno detto che non ne possono più fare a meno! 😉

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x