fbpx

Sei punti per costruire un obiettivo efficace

Tempo di lettura: 2 minuti

Sento continuamente parlare di obiettivi.

Soprattutto in ambiente lavorativo sembra quasi un mantra: obiettivo commerciale, obiettivo di marketing, obiettivo di fatturato, obiettivo dell’azienda.. e chi più ne ha più ne metta! Penso di poter dire che la maggior parte di coloro che lavorano, sia in un’azienda, che come consulenti esterni o liberi professionisti lavori per obiettivi.

E cosa mi dici degli obiettivi personali?

Ti sei mai fermato a pensare o magari a scrivere quali sono? Quali sono le cose che ti piacerebbe realizzare nella vita? I tuoi sogni, i tuoi desideri?

Personalmente ho una lunga lista di obiettivi e spaziano dall’ambito sportivo, a quello lavorativo e di salute.

Mi piace avere degli obiettivi, mi permette di essere focalizzata e di dare la giusta importanza alle cose. Come fai a dare una direzione alle azioni che compi se non sai qual è il motivo per cui le fai?

Il rischio di non avere un obiettivo è un po’ quello di viaggiare senza una meta. Certo, per certi versi è figo mi dirai. Sono d’accordo che a volte sia bello abbandonarsi a ciò che non conosciamo, ad esplorare il mondo così come ci si presenta senza sapere esattamente cosa stiamo cercando.

Allo stesso tempo penso che avere una meta ti permetta di gestire al meglio il tuo tempo, le tue risorse, le tue energie. Pensaci, viaggiare avendo scelto una destinazione e avendo organizzato l’itinerario ti permetterà di concentrati sulle cose che ti interessano e di soffermarti solo sulle ciò che ha davvero importanza per te.

L’obiettivo è la meta del tuo viaggio.

Avere chiaro dove vuoi andare ti permetterà di concentrare le tue energie, di focalizzare le tue decisioni e dunque le tue azioni.


Ogni obiettivo, affinché sia realizzabile, ha bisogno di una strategia, un piano d’azione ben definito. Ecco quali sono le caratteristiche che in Programmazione Neurolinguistica definiscono un obiettivo ben formato.

  1. Assicurati prima di tutto che il tuo obiettivo sia specifico, preciso e soprattutto espresso in positivo. Definiscine uno alla volta e niente non; solo voglio, desidero, ecc..;
  2. Fai in modo che sia sotto la tua responsabilità. Non lasciare che siano gli altri a decidere per la sua realizzazione;
  3. Assicurati che sia ecologico, che abbia dunque un buon impatto su tutte le aree della tua vita: personale, familiare, lavorativa, ecc.;
  4. Rendilo misurabile, ovvero che una volta raggiunto tu possa averne riscontro attraverso i sensi (vista, udito, olfatto, tatto e gusto);
  5. Dagli una data di scadenza: senza una data di scadenza non farai altro che procrastinare;
  6. Accertati che sia tra il fattibile e il motivante: che sia concretamente realizzabile e sufficientemente stimolante per te, che ti motivi.

Ora che sai come creare un obiettivo ben formato, non ti basta che definire il piano d’azione ed iniziare ad agire.

Se vuoi sapere come creare un piano d’azione, crea la tua membership ora!

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x